Con Marchini al Teatro dell’Angelo, intervistato da Diaconale

marchini

Ho assistito questa sera all’incontro che si è tenuto al Teatro dell’Angelo di Roma. Sul palco Arturo Diaconale che ha intervistato Alfio Marchini. Un evento in cui il nostro candidato sindaco ha messo in evidenza le urgenze della Capitale e spiegato il motivo per cui, con l’apporto decisivo di Forza Italia, deve prendere in mano il Campidoglio.

Lo stesso Diaconale ha scritto su l’Opinione, quotidiano online che dirige: “Di tutti i candidati in lizza per il Campidoglio, Alfio Marchini mi sembrava l’unico deciso a giocare la propria partita solo al servizio della Capitale. Ognuno degli altri candidati segue una prospettiva ed un disegno diverso”. E parlando dell’incontro, Diaconale sottolinea che “Marchini ha fornito le assicurazioni che speravo di ascoltare. Ed è per questo che va portato al ballottaggio e successivamente eletto sindaco. Il secondo motivo dell’appuntamento al Teatro dell’Angelo (che spero di poter rendere continuo dal prossimo autunno) è che non può esserci un primato di Roma senza che dalla Capitale non parta un progetto politico per il futuro del Paese. Per questo ho chiesto a Gasparri, Samorì, Quagliariello, Mauro, Storace, Borghini e Crisci di partecipare all’incontro che ha seguito l’intervista a Marchini. Perché penso che, sfruttando l’esperienza che Marchini farà in Campidoglio, i movimenti da loro rappresentati possono diventare il nucleo centrale di un disegno di rilancio dell’area moderata aperta ai contributi di tutte le forze decise a creare un’alternativa di governo affidabile e credibile al regime renziano ed al caos grillino”.

Marchini e Diaconale